Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Come effettuare la manutenzione della serra e del capanno

Tutti gli edifici di legno dovrebbero esssere trattati con un conservante ogni due o tre anni. Il naftenato di rame va bene sia per la tuia sia per l’abete; quest’ultimo può tuttavia essere rivestito anche di vernice da esterni di buona qualità, purché vi sia stata preliminarmente passata una mano di fondo.

Oltre a mantenere bello l’aspetto dell’edificio, la verniciatura e il trattamento con conservanti ne prolungheranno la durata.

Le serre vanno pulite a fondo una volta l’anno, in inverno o all’inizio della primavera. Il contenuto, costituito da piante, vasi, attrezzature e installazioni mobili, va rimosso. I bancali fissi e l’intera struttura andranno lavati e spazzolati energicamente con una soluzione diluita di un disinfettante orticolo di marca, e tutti i detriti e le piante non desiderate vanno tolti. Pulire accuratamente i vasi e i contenitori, prima di rifornire la serra di piante.

I cardini e i fermi delle finestre e delle porte vanno oliati regolarmente, tutto l’anno, per far sì che funzionino bene. Tutti i vetri, in particolare nelle serre, devono essere tenuti puliti per consentire la massima luminosità. Pulire con cura i punti di sovrapposizione.

Sostituzione dei vetri

Se si rompe un vetro, si deve sostituirlo subito. Nelle serre in lega di alluminio, e in certi modelli di legno, si tratta semplicemente di togliere il vetro rotto e infilarne uno nuovo, tenuto a posto da graffe.

Negli edifici dove il vetro è tenuto a posto da stucco, procedere nel modo seguente: estrarre le vecchie punte da vetraio con un paio di pinze, poi eliminare tutto il vetro rotto. Togliere lo stucco vecchio con un martello e un vecchio scalpello da legno, o con uno speciale coltello da vetraio.

Stendere uno strato di stucco fresco lungo la scanalatura del telaio, mettere a posto il vetro facendolo scivolare, se necessario, sotto quello sovrastante. Premere bene i bordi della lastra contro lo stucco e fissarla con gli appositi chiodi senza testa. Togliere lo stucco in eccedenza con un coltello bagnato, e pulire immediatamente il vetro con un panno umido.

Sostituzione dei vetri

Sostituire immediatamente i vetri che si siano accidentalmente rotti. Estrarre con le pinze le vecchie punte da vetraio e togliere la lastra rotta. Eliminare lo stucco vecchio. Stendere uno strato di stucco fresco e mettere in posizione il nuovo vetro. Fissarlo con nuove punte, che verranno piantate con un martello leggero. Rimuovere lo stucco in eccedenza con un coltello bagnato e pulire il vetro con un panno umido.

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.