Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Manutenzione degli attrezzi da giardinaggio

Aver cura degli attrezzi

Tutte le macchine e gli attrezzi vanno puliti a fondo dopo l’uso, per mantenerli in buone condizioni di funzionamento. Gli attrezzi sporchi possono rendere più difficile il lavoro, e se si arrugginiscono dovranno essere sostituiti.

Attrezzi manuali

Subito dopo l’uso, togliere la terra dagli attrezzi con una spazzola o un raschietto. Un vecchio cacciavite o un cucchiaio adattato allo scopo, come si vede nella figura a destra, possono servire benissimo per rimuovere la terra. Quindi, passare sulla lama degli arnesi uno straccio unto d’olio per impedire che si formi la ruggine.

Tosaerba e macchine d’altro tipo

I tosaerba dovrebbero essere sempre puliti dai residui dello sfalcio, al termine dell’operazione. Pulire con una spazzola dura ed eliminare eventuali steli lunghi intorno al cilindro o all’albero rotante. Lavare la macchina con un tubo di gomma per innaffiare, se necessario. La parte inferiore della macchina a lame rotanti può arrugginire, se rimane sporca. Lavare bene, togliere eventuali tracce di ruggine e passare sulle superfici metalliche uno straccio unto.

Non è indispensabile oliare e lubrificare i tosaerba ogni volta che si usano, ma è importante che la lubrificazione sia fatta con regolarità. Per la manutenzione seguire attentamente le istruzioni del fabbricante. Le motozappe vanno oliate e lubrificate ogni volta che si usano. Nei motori a quattro tempi cambiare l’olio dopo 25 ore di impiego. Mantenere pulito il filtro dell’aria del carburatore. Le lame rotanti delle moto zappe vanno tenute pulite e leggermente unte. In modo analogo si dovrebbero trattare i taglia-siepe e le seghe a catena. Lubrificare le ruote e i cuscinetti dei tosaerba, degli spargiconcime e delle motozappe.

Assistenza tecnica

Far revisionare una volta l’anno, da una ditta specializzata, i tosaerba, le motozappe e le altre macchine. Regolazione e affilatura costeranno relativamente poco e contribuiranno ad assicurare alla macchina molti anni di vita. Alla normale sostituzione dell’olio e delle candele e a certe operazioni di smontaggio e pulitura si può provvedere da soli, ma sarebbe un errore affrontare lavori come l’affilatura della lama di un tosaerba a cilindro, perché occorre un’apposita attrezzatura. Durante l’inverno, controllare regolarmente le macchine per vedere sevi sia ruggine sulle superfici verniciate. Se c’è, eliminarla con la carta smeriglio, quindi applicare una mano di fondo sul metallo eventualmente rimasto scoperto, e coprire infine con vernice speciale per metalli.

Affilatura

Pochi giardinieri pensano ad affilare sarchiatoi, zappe e vanghe, ma questi attrezzi funzionano meglio se hanno lame taglienti. Bloccare l’attrezzo con un morsetto e affilare con la lima il margine di taglio della lama.

Il coltello del giardiniere dovrebbe essere sempre molto tagliente. I risultati migliori si ottengono con l’apposita pietra da affilare. La si inumidisca con alcune gocce d’olio prima di farvi passare sopra, con un movimento circolare e tenendola piatta contro la pietra, la parte del coltello che non presenta l’incavo per l’unghia del pollice. Il lato fornito di incavo viene poi posato sulla pietra con il taglio rivolto in direzione opposta all’operatore. Sollevata la parte superiore (non affilata) della lama fino a formare un angolo di 25°, si spinge il filo della lama in avanti contro la pietra, lo si tira poi leggermente indietro e lo si spinge avanti di nuovo, ripetendo l’operazione finché il margine di taglio non sia ben affilato.

Vi sono ditte produttrici di cesoie che raccomandano ai clienti di fare eseguire presso di loro l’affilatura; e altre che non provvedono alla manutenzione. Il giardiniere scoprirà che le sue cesoie si conserveranno abbastanza affilate se le passerà con carta smeriglio per eliminare la linfa rappresa sulle lame.

Riporre gli attrezzi

Riporre attrezzi e macchine in un fabbricato annesso alla casa, un garage o un capanno asciutti. Sistemare una rastrelliera o una serie di ganci, pertenere gli attrezzi in ordine. Terminata la stagione in cui si usano, pulire a fondo, oliare e lubrificare i tosaerba e le altre macchine. Le coperture contro la polvere contribuiranno a mantenerli puliti, ma i fogli di politene possono provocare condensazione e quindi formazione di ruggine.

Rivestire di un sottile strato d’olio o di grasso le parti metalliche di tutti gli arnesi riposti nel magazzino. I serbatoi degli attrezzi con motore a benzina vanno vuotati, prima di riporli. Sistemare le macchine che funzionano a benzina in un posto fresco, per evitare l’evaporazione del carburante. Nel capanno o nel locale adibito a magazzino, tenere sempre un estintore. Montarlo accanto alla porta.

Trasformare un vecchio cucchiaio in raschiatoio, tagliandolo a metà e appiattendo col martello la parte rimasta.

Eliminare i ritagli d’erba dalle lame del tosaerba con una spazzola dura. Togliere gli steli lunghi rimasti intorno all’albero.

Oliare i tosaerba e le altre macchine con regolarità. Usare olio lubrificante per i cuscinetti delle ruote e le altre parti mobili.

Mantenere affilati vanghe e sarchiatoi passando una lima sul filo superiore della lama.

Affilatura dei coltelli

1 Affilare i coltelli sull’apposita pietra inumidita d’olio. Affilare prima, con movimento circolare, la parte priva di incavo.

2 Affilare l’altra parte muovendola avanti e indietro. Tenere la lama a un angolo di 25° rispetto alla pietra.

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.

Tre articoli a caso: