Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Come moltiplicare le erbacee perenni per divisione: la divisione delle piante giovani, con radici fibrose, carnose e con radici tuberose:

La divisione delle piante giovani

Le giovani piante perenni che crescono in ciuffi e che hanno radici fibrose, come l’helenium, la rudbeckia e gli aster, sono facili da dividere: possono essere separate con le mani o con una piccola forca, in modo tale che ciascuna, parte separata contenga radici sane e gemme molto robuste. Asportare tutte le foglie morte e le radici danneggiate. Ricollocare subito nel terreno le piante cosi divise nella loro posizione definitiva oppure, se sono molto piccole, in un pezzo di terreno disponibile, fino all’autunno seguente quando si potranno ripiantare nella loro sede definitiva.

La divisione delle piante con radici fibrose e carnose

Le radici fibrose delle erbacee perenni che crescono molto, come l’helenium e il phlox, sono qualche volta difficili da dividere dato che sia il colletto sia i getti formano una massa unica.

Dopo averlo sollevato, infilare nel ciuffo i denti di due forche da giardino con i dorsi combaciami nel centro. Aprire il ciuffo facendo leva sui manici delle due forche contemporaneamente e ripetere l’operazione finché il ciuffo non si divide a metà; poi, dividere ancora a metà le parti cosi ottenute.

Con un coltello tagliente, asportare la parte centrale legnosa di ciascuna porzione; dividere ciò che rimane in vari pezzi, ciascuno dei quali disponga almeno di sei gemme o germogli. Asportare le radici danneggiate o morte e, prima di piantare le parti già divise, se il terreno è secco, innaffiarlo adeguatamente.

Le piante con colletti resistenti e legnosi, come la baptisia e il rheum, non possono essere separate con le forche. Quindi, tagliare il colletto con un coltello tagliente, in modo che ogni parte tagliata porti sia germogli sia radici e piantare immediatamente le parti cosi divise.

Le piante con radici carnose, come gli agapanti e le hosta, devono essere divise procedendo esattamente come già indicato per le giovani perenni.

La divisione delle piante con radici tuberose

I metodi usati per la divisione di piante con radici tuberose variano a seconda del tipo di tubero.

Scavare i ciuffi di piante e, con molta cautela, asportare il terreno, facendo attenzione a non rompere le radici tuberose. Se è necessario, lavare le piante in un secchio di acqua, in modo che sia possibile individuare le gemme.

Le radici tuberose, come l’hemerocallis e la peonia, hanno le gemme in corrispondenza del colletto, dove i tuberi si saldano insieme. Tagliare i ciuffi in verticale, dalla corona fino in basso, in modo da dividere le piante in diverse parti, ciascuna completa di tubero e gemme, che vanno piantate immediatamente. Di solito, le parti di pianta con un solo tubero e con una sola gemma impiegano molto più tempo per diventare adulte di quelle con tre o quattro tuberi e gemme.

Generalmente, le peonie sono sensibili alla manipolazione delle radici e certe volte hanno bisogno di una intera stagione o forse più per iniziare a vegetare. La divisione dovrebbe avvenire in autunno.

I piccoli tuberi uncinati degli anemoni e dei liatris possono essere separati con le mani. Tutti i tuberi molto più grossi possono essere suddivisi in varie parti con un coltello, avendo cura che ogni pezzo abbia una gemma molto vigorosa.

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.