Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Come moltiplicare le felci: la moltiplicazione per mezzo delle spore, semina delle spore

La moltiplicazione per mezzo delle spore

Per ottenere un gran numero di nuove felci è meglio utilizzare le spore che si possono trovare sulla parte inferiore di ciascuna fronda.

Tra giugno e settembre, prelevare dalle piante solo le fronde perfette, cioè non contorte e non ammalate, e appoggiarle sulla metà di un foglio di carta bianca e pulita, ricoprirle con l’altra metà e riporle in un luogo asciutto.

Circa una settimana più tardi, quando le spore, cadute dalle loro capsule, hanno assunto l’aspetto di una polvere sottile, mettere il tutto in una busta etichettata.

La semina può avvenire appena dopo la raccolta oppure la primavera successiva.

Semina delle spore

Prima di tutto, sterilizzare un germinatolo oppure un vaso di cm 8-10 di diametro, usando una delle soluzioni apposite comunemente impiegate nei lavori di casa (candeggina) o versando acqua bollente direttamente sui contenitori.

Poi, quando il vaso, oppure il germinatoio, è completamente asciutto, collocare un disco di zinco forato sul foro di drenaggio per impedire il passaggio dei lombrichi. Tali dischi si possono trovare in commercio presso uno dei normali negozi di attrezzature per giardino.

Disporre sul fondo del contenitore uno strato di circa cm 1,50-2 di ghiaietto, indi, a parte, passare la miscela John Innes per rinvasature a un setaccio a trama di circa cm2 0,50. Disporre lo scarto della setacciatura nel contenitore per uno strato non superiore a cm 2,50 e sopra stendere il composto setacciato per un’altezza di cm 1,50; poi, comprimere il tutto con la base di un altro vaso.

Steso un foglio di carta sulla superficie ottenuta, versarvi sopra acqua bollente e, via via che l’acqua viene assorbita e scende, continuare a versarne finché il contenitore non diventa talmente caldo da non poter essere maneggiato.

A vaso raffreddato, togliere la carta e coprire con una lastra pulita di vetro; quindi, con la punta del coltello, asportare alcune spore dall’involucro e, scoperchiato il contenitore, spargerle sulla superficie in modo che cadano a distanze il più possibile regolari.

Dopo aver etichettato la specie seminata e datato l’operazione, collocare ancora il vetro a copertura e trasportare il tutto in un luogo ombreggiato, che potrebbe essere una serra fredda, un letto freddo o, in casa, il davanzale dietro una finestra poco esposta ai raggi del sole.

Non togliere il vetro.

Se il composto tende ad asciugarsi eccessivamente, bagnarlo. immergendo il vaso in acqua, a cui sia stato aggiunto permanganato di potassio in misura di un cucchiaino ogni 1 5 di acqua, per eliminare in anticipo gli eventuali microrganismi presenti nel liquido.

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.