Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Come ottenere le talee erbacee dagli apici dei germogli e la moltiplicazione degli arbusti da parti di radice

Le talee erbacee o “in erba” si ricavano dalle punte di germogli non ancora maturi e quindi erbacei. E questo un metodo molto comune per la moltiplicazione di piante da interno (da serra) e di piante erbacee perenni; è invece poco conveniente per la moltiplicazione di arbusti e alberi. Tuttavia, se si desidera preparare delle talee all’inizio dell’estate, questo è il sistema migliore. Le talee erbacee richiedono assidue cure: daH’inserimento nei vasi al radicamento, dall’invasatura alla piantagione. Per avere un buon attecchimento è necessario disporre di un cassone con il riscaldamento elettrico sotterraneo; i tempi di irrorazione, di ombreggiamento e le eventuali cure antiparassitarie richiedono perizia.

Il sistema mediante nebulizzazione facilita tutto. Le piante ottenute in tal modo non saranno pronte per essere messe a dimora all’esterno prima di uno o due anni.

Le talee erbacee, che si preparano in giugnoluglio, devono essere della vegetazione in corso ma non con gli apici in fiore, robuste ma non legnose e non più lunghe di cm 5-10. Tagliare un germoglio che abbia 4 o 5 coppie di foglie e, con un coltello affilato, praticare un taglio netto e diagonale immediatamente sotto alla coppia di foglie più basse. Poi, eliminare la prima e la seconda coppia di foglie, con un taglio rasente allo stelo, senza danneggiarlo. Prendere un vaso di cm 12 di diametro, in cui si possono inserire circa 10 talee, riempirlo di terriccio per talee oppure, in parti uguali, di torba e sabbia. Con un piantatoio, praticare nel terriccio dei fori di una profondità uguale a un terzo della lunghezza delle talee. Inserire le talee nei fori e pressare la terra attorno con le dita. Le ulteriori norme colturali sono uguali a quelle delle talee semilegnose.

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.