Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Come potare: Buddleia alternifolia, Caryopteris, Ceanothus, Ceratostigma, Clematis, Cornus, Cytisus

Buddleia alternifolia

Dopo la fioritura, rimuovere tutti i rami che hanno fiorito per stimolare quelli nuovi. Buddlcia altemifolia produce i fiori sui rami dell’anno precedente. Appena terminata la fioritura, tagliare, fino a un nuovo germoglio vigoroso, i rami che hanno portato i fiori. Se la pianta è giovane, conservare molte ramificazioni dei primi anni, in modo da costituire una buona ossatura. Quando la pianta è adulta, tagliare in misura maggiore.

Caryopteris

I cespugli si riempiono di ramoscelli, con fiori piccoli, a meno che non si potino tutte le primavere. In febbraio o in marzo, tagliare i getti dell’anno precedente fino a un getto nuovo, a cm 2 dal legno vecchio. Asportare pure tutti i getti morti o deboli

Ceanothus (tipi decidui).

Potare alla fine di marzo o ai primi di aprile: i nuovi getti fioriranno alla fine dell’estate. A ogni primavera, tagliare i rami dell’anno precedente, fino al secondo o al terzo paio di gemme dalla base. Se la pianta è giovane, potare poco accorciandoli della metà dopo la fioritura. Sui sempreverdi, asportare solo i rami disordinati

Ceratostigma

Tagliare a livello del terreno alla fine di marzo o ai primi di aprile, in modo da provocare l’emissione di nuovi rami che l’anno successivo porteranno numerosi fiori. Ceratostigma willmottianum deve essere tagliato in primavera, fino a cm 3-7 dal livello del terreno. Tagliare tutti i fusti, sia vecchi sia giovani. I nuovi getti che nasceranno, fioriranno in autunno. C. plumbaginoides, siccome essicca tutti gli anni fino a terra, non ha bisogno di potature

Chaenomeles (Cotogno del Giappone).

Potare in estate quelli coltivati contro i muri per ridurli entro i limiti voluti. Il chaenomeles, crescendo a forma libera, non abbisogna di potatura. Se è coltivato contro un muro, legare gli steli tutti gli anni, fino al riempimento dello spazio. In estate, cimare, fino alla quarta o quinta foglia dal legno più vecchio, i getti nuovi non desiderati

Clematis

Per una abbondante produzione di fiori, non è necessario potare, ma eventualmente tagliare i getti disordinati e intersecar!tisi. La clematis non abbisogna di potature per favorire la fioritura: anzi, la potatura probabilmente ridurrebbe la fioritura. In ogni modo, tagliare nel caso si debba prevenire un intreccio eccessivo dei getti.

Gli ibridi a grandi fiori che fioriscono dopo giugno – inclusi *’Jackmanii”, “Gipsy Queen” e “Ville de Lyon ” – possono essere tagliati in febbraio a cm 30 dal terreno. Tagliare sopra i nuovi getti o le nuove gemme. Gli ibridi a grandi fiori che fioriscono due volte in un anno -come la “Nellie Moser”, “Lasurstern ” e “The President” – devono essere potati appena dopo il primo appassimento dei fiori. Le clematidi a piccoli fiori che fioriscono in primavera — incluse C. montana, C. alpina e C. macropetala -possono essere tagliate dopo la fioritura, onde ridurre il loro spazio di crescita

Cornus

Per avere rami colorati in inverno, potare vigorosamente in febbraio o marzo C. alba e C. stolonifera “Flaviramea”.

Cornus alba e C. stolonifera “Flaviramea ” vengono coltivati per il colore che assumono i loro rami in autunno e in inverno. Siccome i getti più giovani producono i migliori effetti, tagliare abbondantemente, ad alcuni centimetri dal terreno, i getti degli anni precedenti in febbraio o in marzo. Per rinnovare un vecchio cespuglio, tagliare in abbondanza i getti vigorosi e rimuovere quelli morti o deboli, al fine di produrre un’ossatura alta circa cm 30

Cytisus

Potare dopo che i fiori sono appassiti, onde evitare che la pianta diventi troppo grande. La maggior parte dei cytisus da giardino deve essere potata ogni anno per impedire che gli arbusti si diradino e che gli steli si allunghino eccessivamente. La potatura deve iniziare presto, in ogni caso prima che i rami principali diventino adulti. Alla fine di giugno o all’inizio di luglio, tagliare le parti che hanno fiorito, nel punto in cui i giovani getti si stanno formando

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.