Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Le dalie

La luminosità, la complessa forma dei fiori e il ricco fogliame della dalia conferiscono al giardino, negli ultimi mesi dell’estate, un tocco di colore esotico

La dalia, pianta originaria del Messico, era conosciuta dagli Atzechi e fu descritta per la prima volta alla fine del sec. XVI dai viaggiatori europei in America. È probabile che gli Spagnoli l’abbiano introdotta in Europa nel sec. XVIII, ma tale pianta era in verità molto diversa da quella che conosciamo ai nostri giorni.

La specie originaria, Dahlia imperialis (fu chiamata Dahlia in onore di Andreas Dahl, eminente botanico svedese), aveva fiori semplici di colore lilla e capaci di crescere fino a un’altezza di m 2-5,50. Furono anche scoperte specie di dimensioni più ridotte, come D. coccinea, che ha rossi fiori semplici. Da due o tre specie originarie di piccole dimensioni e con fiori semplici sono derivate tutte le attuali dalie, che presentano fiori molto grandi e doppi o stradoppi.

La dalia, fondamentalmente pianta subtropicale, abbisogna di un terreno ricco, di innaffiature costanti e di regolari concimazioni. Ha radici tuberose, fusto cavo e foglie solitamente verdi e molto numerose.

I fiori possono assumere svariate colorazioni, cosi come è molto variabile la forma dei petali.

Le dalie fioriscono dalla fine di luglio fino al tardo autunno, quando arrivano i primi geli.

Vi sono due gruppi principali di dalie: le annuali, propagate per seme e usate nelle aiuole, e le tuberose, che, sebbene si adattino anche a essere coltivate con altre piante nelle bordure, vengono meglio se coltivate da sole.

Le dalie tuberose, poi, si possono dividere in ulteriori sottogruppi, a seconda della forma dei loro fiori: le dalie decorative, le cactus, quelle a palla e le pompon.

Altri sottogruppi potrebbero essere: quelle a collaretto, a fiore semplice, a fiore di anemone e a fiore di peonia.

Le dalie decorative hanno una forma regolare con fiori doppi senza disco centrale. I fiori semplici che compongono i capolini sono grandi, arrotondati alle estremità e in genere sono ritorti e appiattiti. Le dalie a fiore di cactus hanno fiori completamente doppi, ma con fiori del raggio stretti e arrotolati all’indietro per più di metà della loro lunghezza. Le dalie a fiore semicactus sono molto simili a quelle del tipo cactus, a eccezione del fatto che i flosculi sono più ampi e arrotolati per metà della loro lunghezza o anche meno. Le dalie del tipo decorativo, cactus e semicactus possono poi essere raggruppate a seconda della grandezza dei fiori: a fiore gigante (sopra i cm 25 di diametro), grande (da cm 20 a 25), a fiore medio (da cm 15 a 20), a fiore piccolo (da cm 10 a 15) e le miniatura (sotto i cm 10).

Le dalie a palla, gruppo molto comune, presentano fiori sferici e hanno l’aspetto di una palla, a volte un po’ schiacciata in mezzo. I fiori petaloidei, con margini curvati all’interno, sono smussati o arrotondati in cima e hanno una conformazione a spirale. Sono inoltre arrotolati per più della metà della loro lunghezza. Le dalie a palla si possono suddividere in due gruppi: a fiori piccoli, con un diametro da cm 10 a 15, e a fiori miniatura, con un diametro inferiore a cm 10. Molto simili sono i fiori delle dalie del tipo pompon, però più piccoli (meno di cm 5 di diametro) e più tondi. I margini dei fiori petaloidei sono arrotolati per la loro intera lunghezza.

Le dalie del tipo a collaretto hanno capolini con la parte centrale di colore giallo, per via degli stami, e un’unica serie di fiori del raggio attorno al bordo. Un collare interno di fiori più piccoli circonda gli stami, frapponendosi tra essi e i petali, da cui deriva il nome “collaretto”.

Le dalie a fiore semplice hanno fiori con un singolo anello esterno di fiori del raggio, che possono sovrapporsi, e un disco centrale di stami. I fiori hanno quasi sempre un diametro superiore ai cm 10.

Le dalie a fiore di anemone hanno le stesse dimensioni delle precedenti, ma capolini doppi con fiori piatti ed esterni, che circondano una serie più densa di fiori tubolosi più corti, spesso di colori contrastanti.

Rispondi