Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Le eriche: PER SCEGLIERE BENE FRA I VARI TIPI DI ERICACEE

Calluna Appartiene alla famiglia delle ericacee e la sua unica specie (Calluna vulgaris, comunemente chiamata “brugo” o “erica”) è predominante nelle brughiere e cresce spontaneamente al sole nei terreni torbosi acidi. Molto rustica, fiorisce principalmente in agosto con spighe lunghe fino a cm 30. I fiori sono generalmente bianchi o variamente sfumati di rosso, porpora o rosa.

Di C. vulgaris, che non cresce in terreni che contengono calcare, esiste

Erica (specie a fioritura estiva)

Erica ciliaris, originaria del Marocco e dell’Europa occidentale, è una specie molto decorativa che fiorisce da giugno a ottobre, principalmente con colori rosa e bianchi. Pianta piuttosto debole, non cresce bene nelle zone fredde e h? bisogno di un terreno acido. Molte varietà crescono fino a 30 e si espandono fino a cm 25.

E. cinerea, originaria dell’Europa occidentale, rara in Italia, è la specie più allegra: i fiori, con colori che vanno dal rosa pallido fino al porpora scuro, sono sulla pianta da giugno a ottobre. È rustica ma non ama le zone molto fredde e abbisogna di terreni acidi. Ha un’altezza variabile e un’ampiezza di cm 15-20.

E. tetralix, originaria dell’Europa occidentale, è una bella specie dalle foglie grigioargentee, con fiori rosa o bianchi che fioriscono tra giugno e agosto. È rustica, ma abbisogna di terreni acidi e paludosi. Ha un’altezza e un’ampiezza tra i cm 25 e i 30.

E. vagans, originaria dell’Europa occidentale, è un’erica a cespuglio alta fino a cm 120 e con diametro fino a cm 240. Può avere racemi grossi e lunghi, specialmente quando è giovane. Sopporta anche terreni leggermente alcalini. I fusti sono danneggiati dalle gelate, ma le piante ricacciano di nuovo dalla base. Fiorisce da luglio fino all’inverno inoltrato con colori porpora, rosa e bianco.

Erica (specie a fioritura invernale e primaverile) Tutte le specie seguenti crescono in terreni calcarei.

E. carnea (o E. herbacea o “scopina”), detta anche erica invernale o di montagna, è originaria dell’Europa e dell’Italia ed è una delle specie più diffuse, eccellente come tappezzante. È rustica. Le foglie, d’estate, sono di un bel verde o giallo vivo; i fiori, rossi, rosa o bianchi, si schiudono tra ottobre e febbraio. Tutte le varietà hanno il loro migliore periodo di fioritura tra febbraio e marzo, che può durare fino a maggio. Hanno un’altezza e un’ampiezza che va da cm 15 a 30.

E. mediterranea (o E. erigena), originaria dell’Irlanda, della Spagna e della Francia, è la specie più alta tra quelle che fioriscono in inverno. Tollera terreni calcarei e raggiunge un’altezza superiore ai cm 180 e un’ampiezza di cm 90. I fiori, rosa, porpora o bianchi, fioriscono da dicembre fino a giugno.

E. x darleyensis, di origine orticola, alta cm 60-70, spesso fiorisce da dicembre fino alla fine dell’estate, con il momento migliore tra marzo e aprile. I fiori, riuniti in racemi terminali molto lunghi ed eleganti, variano dal porpora, al rosa e al bianco.

Eriche arboree E. arborea (scopa di bosco), originaria delle regioni mediterranee e dell’Italia, è la specie più alta: cresce fino a m 3,60 con clima caldo e a m 2,40 in condizioni normali. Non sopporta il calcare. I fiori bianchi appaiono da marzo a giugno. E. terminalis, originaria dei Paesi mediterranei (Italia in particolare), è rustica e può sopportare terreni legsoltanto una specie con parecchie varietà, da quelle piccole fino alle piante alte cm 70. Molte varietà delle più recenti hanno fogliame con belle sfumature di rosso, giallo, arancio e bronzo.

Daboecia Daboecia cantabrica produce i fiori più grandi dei quattro generi di eriche enumerati in questo capitolo. Essi, che sono larghi circa cm 0,80, fioriscono da giugno fino all’autunno con colori bianchi, rosa, cremisi o porpora. Dopo la fioritura, le corolle appassiscono rapidamente e cadono. Le foglie hanno la superfìcie superiore di colore verde scuro e quella inferiore argentea. L’altezza della pianta va da cm 15 a 70.

Le daboecia esigono terreni acidi esenti da calcare e, nelle zone particolarmente fredde, abbisognano di protezione durante il periodo invernale. In ogni modo, l’ibrido D. cantabrica x azorica è più rustico e ha un periodo di fioritura molto più lungo. germente calcarei. Cresce fino a m 2,40. I fiori rosa o porpora fioriscono da giugno fino aH’inverno, quando i rami terminali, una volta che si siano essiccati, si colorano di rosso.

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.