Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Le muffe: il peggior nemico delle talee

Il principale nemico delle talee è la botrytis o muffa grigia. Questa malattia fungina si presenta come una lanugine grigiobiancastra che ricopre gli steli, le foglie o le gemme da fiore e che può produrre danni irreparabili ai tessuti vegetali precludendone la crescita. Queste muffe, che possono dilagare e provocare la morte di tutte le altre talee, si sviluppano, specie dall’autunno sino all’inizio della primavera, in condizioni ambientali umide e fresche.

Siccome opportuni trattamenti possono ridurre sensibilmente la virulenza di questa malattia, occorre controllare assiduamente il complesso delle talee almeno una volta alla settimana e asportare quelle che stanno deperendo, le foglie morte e, nel caso, l’intera talea. Specifiche polveri fungicide servono validamente a eliminare, anche preventivamente, le muffe.

Una risposta a “Le muffe: il peggior nemico delle talee”

  1. fabio says:

    Buon giorno,

    vorrei capire se le mie talee di goji sono affette dalla muffa grigia: circa 10 giorni fa ho messo in un bicchiere d’acqua le talee, e cambio l’acqua agni giorno, o quasi. Nella parte immersa si è sviluppata una specie di lanugine biancastra, ed io credevo si trattasse del processo di radicazione. Un amico, invece, mi dice che si tratta di muffa. Qualcuno può aiutarmi? Grazie

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.