Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Glossario A-E

Abortire
Incapacità di portare a termine lo sviluppo; di solito riferito ai fiori o a parti di essi.

Acclimatare
Abituare le piante coltivate in ambiente caldo a tollerare condizioni più fredde.

Acido Descrive il suolo con un pH inferiore a 7.

Aerazione
Consiste nel praticare fori nel tappeto erboso per rendere il suolo meno compatto e favorire la penetrazione dell’aria.

Agente bagnante
Sostanza chimica aggiunta al liquido da nebulizzare per migliorarne l’adesione alla pianta.

Alcalino Descrive il suolo con un pH superiore a 7.

Annuale
Pianta che completa il ciclo vitale nell’arco di una stagione.

Antere
Strutture produttrici di polline all’estremità degli stami.

Anti-traspirante
Sostanza chimica che viene nebulizzata per ridurre la perdita d’acqua durante le operazioni di trapianto degli alberi e degli arbusti nella stagione di riposo. Utile soprattutto per i sempreverdi e le conifere.

Apice
L’estremità di un getto o di uno stelo; di qui gemma apicale, quella posta in cima allo stelo, e getto apicale, quello più in alto nel sistema di ramificazioni.

Aratro talpa
Aratro che viene fatto passare attraverso il suolo per formare un cunicolo di scolo. Utile nei terreni argillosi.

Arbusto
Pianta perenne con fusti legnosi persistenti che si diramano dalla base. Se solo la parte inferiore dei rami è legnosa e i getti superiori sono teneri e di solito muoiono in inverno, si tratta di un suffrutice.

Ascella
Angolo superiore formato dalla foglia, o dal suo picciolo, e dallo stelo su cui cresce.

Autosterile
Descrive una pianta il cui polline non può fecondare gli organi femminili della stessa pianta.

Avvizzimento
Si verifica quando i tessuti della pianta perdono più acqua di quai ,ta ne possano assorbire.

Barra a ugelli irroranti
Tubo sigillato e provvisto di fori per distribuire il diserbante o altro liquido sulle piante o sul terreno.

Batteri
Microorganismi unicellulari parassiti o saprofiti. Molti sono benefici, mentre alcuni sono causa di malattie.

Biennale
Pianta che completa il ciclo vitale nell’arco di due stagioni di crescita.

Brassica
Genere delle Cruciferae cui appartengono cavoli, cavolfiori e rape.

Brattea
Foglia modificata, di solito ridotta, che cresce subito sotto il fiore.

Bulbetto
Bulbi molto piccoli che in certi bulbi si sviluppano sotto terra.

Bulbillo
Piccolo bulbo che si sviluppa all’ascella fogliare lungo lo stelo o nell’infiorescenza.

Bulbo
Organo di riserva sotterraneo, costituito da più strati di foglie carnose o scaglie che racchiudono le gemme che vegeteranno l’anno successivo.

Calce viva
Gesso o calcare bruciato in una fornace. È caustica, e ustiona foglie e pelle. Si preferisce pertanto usare la calce spenta come correttivo per i suoli acidi.

Calore di fondo
Calore, di solito prodotto artificialmente, trasmesso dal fondo alla composta, per esempio in un propagatore.

Capillarità
Processo per il quale l’acqua sale oltre il proprio normale livello.

Cappello o calotta
Strato di materiale duro sulla superficie del suolo.

Chetatati
Elementi nutritivi la cui speciale formulazione ne permette l’assorbimento anche in terreni alcalini.

Chioma ramificata
Sistema di ramificazioni privo di getto principale.

Chitting
Pregerminazione dei semi.

Cieco
Si dice di un getto o di una gemma che non riesce a svilupparsi del tutto e abortisce.

Cimatura
Soppressione dell’estremità in crescita del germoglio.

Clone
Pianta riprodotta per via vegetativa con caratteristiche identiche alla pianta madre.

Clorofilla
Pigmento verde presente nella maggior parte dei vegetali, mediante il quale possono produrre i carboidrati.

Coltivatore
Attrezzo impiegato per frantumare la superficie del suolo e migliorarne la struttura. Il coltivatore a lame rotanti, o motozappa, ha denti o lame rotanti ed è azionato a motore.

Coltura intercalare
Coltura a rapida maturazione che si fa nel periodo che intercorre tra il raccolto di un ortaggio e la semina, o il trapianto, del successivo sullo stesso terreno.

Composta da giardino
Sostanza organica decomposta che s’impiega in sostituzione o come integrazione del letame.

Composta per seme e per vaso
Miscela di sostanze organiche e inorganiche, quali torba, sabbia, e loam, usata per farvi crescere semi, talee e piante in vaso.

Composto Cheshunt
Fungicida costituito di 2 parti in peso di solfato fine di rame edili parti in peso di carbonato di ammonio. Lasciarlo riposare alcuni giorni, prima di usarlo in ragione di gr 30 ogni 110 di acqua, per evitare il marciume delle semenzali.

Concimazione
Sostanza organica, fertilizzanti, sabbia o calce incorporati nel terreno. La concimazione di copertura viene distribuita sulla superficie senza che si provveda a interrarla.

Concimazione di base
Fertilizzante distribuito subito prima della semina o del trapianto.

Concimazione di copertura Ved.
Concimazione.

Conifera
Pianta i cui semi sono contenuti in strobili o coni.

Cordone
Albero o arbusto a portamento naturale ramificato di cui si alleva un solo ramo con la potatura di produzione.

Cormo
Fusto modificato, compatto e simile a un bulbo, che funziona da organo di riserva. Corona Parte basale delle erbacee perenni dalla quale crescono radici e germogli. Indica anche la ramificazione principale di un albero.

Coste
Giovani steli carnosi delle foglie di bietole e cardi.

Cotiledone
Foglia embrionale, di solito la prima a emergere dal terreno dopo la germinazione del seme.

Crescita vegetativa
Sviluppo delle foglie e dei fusti in contrapposizione a quello dei fiori o dei frutti.

Crosta
Strato di terra dura sotto la superficie del suolo.

Deciduo
Si dice delle piante che perdono tutte le foglie alla fine della stagione di crescita.

Decorticazione anulare
Rimozione di un anello di corteccia dal tronco di un albero infruttifero per arrestare lo sviluppo dei getti.

Dicotiledone
Pianta fiorifera che al momento della germinazione produce due foglie embrionali, o cotiledoni.

Dominanza apicale
Detto di una gemma terminale o apicale che cresce più rapidamente delle gemme laterali e ne inibisce lo sviluppo.

Erbacee perenni
Ved. Perenne.

Erbicida
Sinonimo di «Diserbante».

Erbicida per contatto
Erbicida che uccide solo le parti verdi della pianta con cui entra in contatto.

Erbicida persistente
Erbicida che agisce nel terreno e rimane attivo per un periodo che vada alcune settimane (erbicidi persistenti a breve termine) a parecchi mesi (erbicidi persistenti a lungo termine).

Erbicida per traslocazione
Erbicida che viene assorbito attraverso le foglie e gli steli e viene rapidamente diffuso per mezzo della linfa, uccidendo in breve l’intera pianta.

Erbicida selettivo
Erbicida che sopprime solo certi tipi di piante, senza danneggiare le altre.

Erbicidi ormonici
Sostanze chimiche che somministrate alle infestanti ne influenzano lo sviluppo, spesso provocando una rapida crescita degli steli prima che la pianta muoia.

Eziolamento
Imbianchimento del fusto determinato dalla privazione di luce.

Articoli precedenti:

Articoli successivi: