Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Cavolfiori e broccoli: la semina per una produzione continua, la semina dei cavolfiori precoci, la semina dei broccoli precoci e la semina del raccolto principale

La semina per una produzione continua

Per garantirsi una produzione continua di cavolfiori, occorre seminarne in successione piccole quantità, altrimenti le piante finirebbero per maturare tutte contemporaneamente. Per avere raccolti continui e per un lungo periodo, bisogna scegliere varietà precoci o tardive e seminarle tutte nello spazio di alcune settimane. Nello scegliere queste varietà fare molta attenzione, in quanto esse possono essere più o meno vigorose e quindi avere differenti capacità di adattamento sia al clima sia alla posizione della messa a dimora.

La semina dei cavolfiori precoci

Le piante per il raccolto di giugno possono essere coltivate in due modi: seminate in piena terra alla fine dell’estate, messe in cassoni per il periodo invernale e trapiantate in marzo, oppure seminate a gennaio in germinatoi in serra calda o cassone e trapiantate all’aperto in aprile.

In agosto, per le semine di fine estate, scegliere un angolo riparato dell’orto e fare alcuni solchi profondi cm 2 e distanziati cm 15. Usare una varietà che sarà pronta per essere colta l’estate seguente e seminare molto rado, cercando di distanziare i singoli semi di cm 1,50 l’uno dall’altro.

In ottobre, trasferire le piantine in un cassone a vetri. Bagnato il terreno la sera prima del trapianto, sollevare delicatamente le piantine con le mani o con una forca, facendo attenzione a non danneggiare le radici, e collocarle, distanziate di cm 5-8, in filari intervallati di cm 15. Bagnare ancora e tenere chiuso il cassone per tutto l’inverno, controllando che il terreno non si inaridisca; eventualmente bagnare un poco. In febbraio, iniziare il periodo di rinvigorimento delle giovani piante.

Se invece si vuol seminare sotto vetro in gennaio, usare un germinatoio riempito di terriccio per semina e, dopo aver sparso i semi sulla superfìcie, setacciare sopra di essi altro terriccio in modo che formi un sottile strato di copertura.

Per facilitare la germinazione mantenere una temperatura di 13° o anche più. In febbraio, quando le piantine sono sufficientemente sviluppate da poter essere maneggiate senza danno, sollevarle e trapiantarle individualmente in vasi di cm 8 di diametro, riempiti con terriccio per vasi. Sarebbe bene usare vasi di torba, in modo da essere facilitati nel trapianto di aprile, dato che essi si interrano senza dover svasare la piantina.

La semina dei broccoli precoci

A fine febbraio o in marzo, seminare le varietà precoci di broccoli (come il “Romanesco precoce”), per il raccolto di settembre.

Seminare in cassone oppure cassette da tenere in serra fredda. Nel primo caso, mettere i semi in solchi profondi cm 1,50 e distanti tra loro cm 15; i semi devono essere intervallati di cm 8. Se invece si effettua la semina in cassette, da collocare in serra fredda, coprirle con lastre di vetro e fogli di giornale finché non ha inizio la germinazione.

Ai primi di aprile, quando le piantine della serra mettono le prime vere foglie, sollevarle e trapiantarle in un cassone sia direttamente nel terreno, distanziandole di cm 8, sia in altre cassette dello stesso tipo; poi, cominciare gradualmente a farle rinvigorire.

A questo punto, le piantine possono essere trasferite nel vivaio, cioè in un terreno all’aperto.

Lo scopo di tutte queste attenzioni è di ottenere piantine robuste e fornite di un apparato radicale ben sviluppato per il momento del loro definitivo trapianto in pieno campo, cioè verso il mese di maggio.

La semina del raccolto principale

Dai primi di marzo ai primi di maggio si può procedere a semine in successione di quello che sarà il raccolto principale dei cavolfiori tra la fine dell’estate e l’autunno. La prima di queste semine è da effettuarsi in marzo, direttamente in cassone oppure in cassette da collocare in serra fredda. Poi, quando sono sufficientemente grandi da i poterle maneggiare senza procurare loro dei danni, trasferire le piantine dalla serra in vasi di torba del diametro di cm 7-8; quindi, quando hanno circa 6 settimane di vita, piantarle direttamente all’aperto.

Le semine tardive di cavolfiori si possono fare direttamente all’aperto nel semenzaio; quindi, trapiantare a dimora permanente.

La semina del raccolto principale di broccoli si deve fare dalla metà di aprile alla fine di maggio: il raccolto sarà disponibile da novembre a giugno. Prima di tutto, seminare le varietà a maturazione precoce e quindi quelle tardive.

La semina all’aperto di cavolfiori e di broccoli deve essere preceduta da un’accurata preparazione dei semenzai, dove i semi vanno collocati in solchi profondi circa cm 1,50 e distanziati di cm 15.1 semi, una volta collocati nei solchi, devono essere ricoperti di terra con una leggera rastrellatura. Etichettare i filari con il nome delle varietà seminatevi e la data della semina.

Se i broccoli si infittiscono in misura eccessiva, procedere a sfoltimenti, in modo che le piantine risultino distanziate di circa cm 8: spazio sufficiente per lo sviluppo di un buon apparato radicale. Le piantine prelevate a seguito dello sfoltimento possono essere trapiantate altrove.

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.