Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Gli ortaggi: ravanello

Esistono diversi tipi di ravanelli: le varietà a radici piccole e tonde o a radici allungate, e con radici di colore bianco, rosso, oppure rosso e bianco.

1 ravanelli si possono seminare da gennaio fino a settembre per essere raccolti dalla metà di aprile e fino a novembre.

I ravanelli si possono ottenere anche in inverno, seminandoli, in letto freddo o in serra, da ottobre in poi.

Per la coltivazione di queste piante, il terreno deve essere leggero e ben lavorato. Per aumentarne la leggerezza e la fertilità, occorre incorporarvi sabbia, foglie marcescenti e torba ben sminuzzate, in modo che conservi anche, e con più facilità, una giusta umidità.

Il terreno è un fattore importante, perché i ravanelli, per diventare teneri e fragranti, devono poter crescere piuttosto rapidamente, nelle corrette condizioni e indisturbati.

Le semine anticipate sotto vetro

Dalla fine di gennaio all’inizio di marzo, seminare in piccoli gruppi i ravanelli delle varietà precoci, in un letto freddo oppure sotto un tunnel di plastica.

Formare piccoli solchi profondi cm

1,50 e distanti fra loro cm 15. Far cadere i semi in modo rado (l’importante è che non si tocchino tra loro) e richiudere i solchetti passandovi sopra con la costa del rastrello.

Innaffiare moderatamente il terreno seminato e rimettere in posizione le coperture.

Le piantine non hanno bisogno di essere sfoltite, a meno che non siano state seminate troppo fitte.

I primi ravanelli sono pronti per essere colti alla fine di marzo.

Sempre nel mese di marzo, se l’andamento stagionale lo permette, rimuovere a poco a poco i vetri del cassone oppure aprire il tunnel.

Se non dovesse piovere, mantenere sempre il terreno umido.

La coltivazione all’aperto dei ravanelli da insalata

Tra marzo e settembre, fare semine successive a intervalli di 2-3 settimane, secondo le esigenze personali.

Le semine estive di giugno, luglio e agosto devono essere effettuate in posizioni fresche e ombreggiate: infatti, durante questo periodo, i ravanelli seminati in terreno asciutto e in pieno sole fioriscono prematuramente, risultano disidratati e presentano un sapore aspro.

‘ Eseguire le semine allo stesso modo che è stato consigliato per le coltivazioni sotto copertura fredda.

I ravanelli possono essere coltivati in associazione ad altri ortaggi, come piselli, fagioli, carote, oppure in gruppi tra altri ortaggi a lenta crescita, come la lattuga.

Le coltivazioni di ravanello, come si sa, non devono soffrire di siccità: perciò innaffiare regolarmente nei periodi asciutti.

Sfoltire le piante via via che divengono adulte e raccogliere i ravanelli quando sono giovani e teneri.

Le piante si rendono pronte per la raccolta circa 4-6 settimane dopo che sono state seminate.

La coltivazione per il consumo invernale

I ravanelli invernali devono essere seminati alla metà di luglio con esposizione verso nord e alla metà di agosto verso sud. Spargere i semi, radi, in solchi profondi cm 1,50 e distanti fra loro cm 25. Un mese dopo la semina, sfoltirli in modo che rimanga una piantina ogni cm 15.

Zappare regolarmente per eliminare le erbe infestanti e innaffiare normalmente, in modo da impedire che i ravanelli vadano in seme. Le piante sono pronte per il raccolto 3 mesi dopo la semina.

Lasciare le piante nel terreno durante l’inverno e raccoglierle quando se ne ha necessità.

Difficoltà e inconvenienti nella coltivazione

Gli insetti adulti di altica del cavolo si nutrono delle foglie delle giovani piante, producendo piccoli fori e divorando l’intera lamina fogliare. Le larve di altica scavano gallerie all’interno del mesofillo fogliare. Questi attacchi sono molto più violenti nel periodo di clima secco.

Polverizzare le piantine con insetticidi specifici per 3-4 settimane, un mese dopo la semina.

Le colture invernali di ravanello possono essere soggette ad attacchi da parte di insetti terricoli; se i terreni sono pesanti, poco drenati e soggetti a ristagno d’acqua, esse possono anche soffrire di asfissia radicale.

VARIETÀ ESTIVE E AUTUNNALI DI RAVANELLI

“Rosso nuovo” (tondo, rosso) “Inca” (tondo, rosso)

“Kader” (tondo, rosso) “Novitas”

(precoce, tondo, rosso)

“Fakir” (tondo, mezzo bianco e mezzo rosso)

“Flamboyant” (mezzo lungo, rosso ad apice bianco) “Tolosa” (tondo, rosa)

“Candela di fuoco”

(lungo, rosso, apice bianco) “Candela di ghiaccio” (lungo, bianco, trasparente) “Cappuccetto Rosso” (tondo, rosso)

“Saxa da forzare”

(tondo, rosso)

“Saxa” (tondo, rosso) “Ciliegia” (tondo, rosso)

Rispondi




Tre articoli a caso: