Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Le erbe aromatiche: borragine, cappero, cerfoglio e cornino

Borago officinalis

La borragine può essere usata per profumare vino, cedrate e succhi di frutta. Le giovani e lunghe foglie, che, strofinate, emettono un profumo di cetriolo, possono essere mangiate in insalata o aggiunte alle frittate. I fiori pendenti, di colore celeste e a forma di stella a cinque petali, attraggono le api.

Per farli seccare, disporre i fiori, che si possono cogliere prima che sboccino, su una cassetta. Possono anche essere trasformati in canditi per decorare i dolci, oppure possono essere fritti.

Tipo Perenne rustico.

Altezza e apertura fogliare Arriva fino a cm 45-90×30.

Posizione In luogo solatio, con leggero ombreggiamento.

Terreno ideale Si adatta a diversi tipi di terreno.

Messa a dimora Da marzo a maggio oppure in settembre, seminare in uno spazio aperto in solchi profondi cm1,50 e distanziati cm 45. Sfoltire affinché le piantine siano distanziate di cm 30.

Raccolto Le prime foglie si possono cogliere otto settimane dopo che i semi sono germogliati. Conservazione Non è praticamente possibile.

Moltiplicazione Se i fiori sono lasciati sulla pianta, producono i semi necessari alla riproduzione.

Cappero

Capparis spinosa

Questo arbusto spinoso cresce bene nelle regioni meridionali e nelle Isole. Nel’Italia del Nord può raggiungere la zona insubrica ed è ospite frequente delle mura delle vecchie rocche di Romagna. Può essere coltivato in un grosso vaso, da riportare al chiuso prima che geli.

Il cappero è un bocciolo fiorale ancora chiuso, che si conserva sotto aceto e si usa in molti condimenti. È aromatico e ricco di vitamina C. Tipo Arbusto perenne semirustico. Altezza e apertura fogliare Arriva a m 1×0,70-1,20.

Posizione In pieno sole, tra le crepe di un muro ben esposto (nel Sud). Terreno ideale Ben drenato.

Messa a dimora Seminare in marzo in un miscuglio di sabbia, calcinaccio e terriccio, dentro vasi sistemati in ambiente caldo. Dopo due anni, può essere portato all’aperto. La coltura in cassone in serra resta sempre la più sicura per le regioni settentrionali.

Raccolto Raccogliere i fiori prima che sboccino.

Conservazione Immergere nell’aceto e far bollire per qualche minuto, poi sistemare in barattoli di vetro, scolare, far raffreddare e, infine, coprire di nuovo con aceto. Moltiplicazione Per seme. La margotta e la talea riescono bene. La margotta è preferibile perché si può ottenere subito una pianta duratura.

Cerfoglio

Anthriscus cerefolium È un’erba usata nella cucina francese allo stesso modo del prezzemolo; con aglio, prezzemolo e dragoncello, entra in omelette e zuppe. Le foglie fresche possono essere tritate sui pomodori e nelle insalate verdi, oppure aggiunte al pollo, alle uova, al formaggio o ai pesci. Si può inoltre abbinare alle patate e ai funghi.

Tipo Annuale rustico.

Altezza e apertura fogliare Arriva a cm 45×30.

Posizione In pieno sole per le semine precoci e tardive; leggermente ombreggiata per le semine estive. Terreno ideale Ogni terreno.

Messa a dimora Seminare da febbraio a ottobre in solchi profondi cm 0,50 e distanziati di cm 30. Sfoltire le piantine in modo che risultino distanziate di cm 30. Per avere raccolti in successione, seminare ogni quattro settimane. Per avere un raccolto invernale, seminare da ottobre a gennaio in germinatoi sotto vetro a circa 7-10°.

Raccolto Le foglie sono pronte per essere colte 6-8 settimane dopo la semina. Tagliare il più in basso possibile. Cimare i fiori. Conservazione Le foglie si possono far essiccare, ma è preferibile usare le foglie fresche di piante coltivate sotto vetro. Moltiplicazione Da seme (vedi “Messa a dimora”).

Cornino

Carum carvi

I semi si usano nei dolci o cosparsi sugli arrosti di vitello o di maiale, sulle mele da cuocere al forno, sul formaggio, sul pane.

Alcuni semi messi in un sacchetto di tela e introdotti nell’acqua di cottura dei cavoli ne fanno sparire il cattivo odore. Le foglie giovani si aggiungono all’insalata e quelle più dure si cuociono come gli spinaci. Tipo Biennale rustico.

Altezza e apertura fogliare Arriva a cm 45-60×25-30.

Posizione Solatia.

Terreno ideale Comune, ma ben drenato.

Messa a dimora Preferibilmente, seminare in agosto o in settembre in solchi profondi cm 0,50 e distanziati cm 30. In alternativa, seminare in marzo o in aprile. Quando le piantine sono alte cm 5, sfoltirle in modo che risultino distanziate di cm 30.

Raccolto Le piante fioriscono un anno dopo la semina. Tagliare le ombrelle che portano i frutti quando incominciano a maturare. Raccogliere le foglie quando lo si desidera. Conservazione Mettere i frutti contenenti i semi in un luogo caldo ma ben ventilato, in modo che finiscano di maturare, disponendoli nelle cassette per raccogliere i semi da conservare in barattoli chiusi. Moltiplicazione Da seme (vedi “Messa a dimora”).

Rispondi