Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Le piante da appartamento: piante da casa ottenute da frutti, la coltivazione di piante esotiche da seme, piante da semi di agrumi e piante dalla rosetta apicale del frutto di ananas

La coltivazione di piante esotiche da seme

La collezione delle piante d’appartamento può essere arricchita cercando di ottenere piante originali ed esotiche dal seme di diversi frutti, come avocado, pesche e datteri.

Se si tratta di semi di pesco o di dattero, collocarli in vasi di cm 5-8 di diametro, con terriccio per semine e ricoperti da un foglio di plastica nera, e metterli a germinare a una temperatura di 18°. Prima di piantare i semi di pesco, lasciarli per diverse settimane a una temperatura di 4°.

Per ottenere invece una pianta dal seme di un avocado, la cui germinazione è molto più rapida alla fine dell’estate, inserire tre fiammiferi di legno, per un terzo della loro lunghezza, nella parte tenera del seme stesso, in modo da facilitare la fuoriuscita delle radici.

Poi, mediante i tre fiammiferi, tenere sospeso il seme sull’imboccatura di un vaso pieno d’acqua, il cui livello deve essere distante dal nocciolo un paio di centimetri.

Dopo 6-8 settimane, quando appaiono delle radici bianche e carnose alla base del seme, invasarlo in un contenitore pieno di terriccio organico del tipo John Innes n. 1, interrandolo per cm 5-7, ed esporlo in luogo luminoso, caldo e umido.

In seguito, apparirà un unico stelo, da cui si dipartiranno lunghe foglie slanciate.

La pianta di avocado si sviluppa rapidamente e deve essere rinvasata ogni anno; cimarla quando raggiunge l’altezza desiderata.

Piante da semi di agrumi

Dai semi di pompeimo, limone e arancia, seminati subito dopo che sono stati tolti dal frutto, si possono ottenere piante dal fogliame particolarmente decorativo.

Riempire un vaso di cm 10 di diametro sino a circa cm 1,50 dall’orlo, con terriccio da semina, composto da terra fertile e torba in parti uguali.

Innaffiare abbondantemente il terriccio e interrarvi i semi alla profondità di circa cm 1,50, in ragione di 4-6 per vaso.

Ricoprire ermeticamente con un foglio di plastica fissato con nastro adesivo o con un elastico.

La germinazione dei semi deve avvenire alla temperatura di 18°.

Dopo poche settimane, quando si formano le prime radici e le prime foglioline, rimuovere la plastica di copertura, ma lasciare il vaso alla temperatura di germinazione precedentemente raccomandata.

Quando le piantine si sono irrobustite, trapiantare singolarmente in vasi di cm 7-10 di diametro, riempiti di terriccio del tipo della miscela John Innes n. 1.

In seguito, le piantine si trasformeranno in una pianta cespugliosa con fusto che può raggiungere anche cm 90-120 di altezza.

Piante dalla rosetta apicale del frutto di ananas

Tagliare il ciuffo terminale di foglie verdi (rosetta apicale) da un frutto fresco di ananas, lasciandovi attaccata una porzione di polpa, che contiene sotto la buccia delle iniziali radicali. Far asciugare per un paio di giorni. Riempire, sino a circa cm 2 dall’orlo, un vaso di cm 8-10 con terriccio umido e spargere in superficie uno strato sottile di sabbia. Appoggiarvi la corona dell’ananas e coprire la parte di polpa con altro terriccio. Ricoprire il vaso con un sacchetto di plastica e collocarlo in luogo ombreggiato a temperatura di 18°.

Il sistema radicale si sviluppa in circa 8 settimane, e provoca turgidezza nell’apparato fogliare ed eventuali nuove foglie.

Non appena la vegetazione si dimostra irrobustita, rimuovere il sacchetto di plastica e trapiantare in un vaso più grande. La pianta raggiunge anche i cm 60 di altezza, ma fruttifica – non prima di due anni – solo con molta umidità e calore.

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.