Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Piante da appartamento: Palmae Palme

Piante da appartamento: Palmae Palme
Le palme sono presenti in tutte le zone del mondo. Fra varietà tropicali e subtropicali ve ne sono più di un migliaio. Le fronde pennate o palmate sono generalmente a forma di ventaglio divise in molte parti. Crescono verso l’esterno partendo da un unico ramo, lungo e flessibile. Non ramificano e il ramo muore se l’estremità viene recisa o ferita. Non hanno un periodo di quiescenza, ma la crescita rallenta in inverno. Le tecniche di coltivazione non variano durante l’anno, a eccezione della concimazione.

Esposizione per le Palmae Palme
Sole filtrato o luce brillante, ma non devono mai ricevere la luce diretta del sole. Amano temperature elevate e non devono essere esposte a correnti di aria fredda durante l’inverno.

Terriccio per le Palmae Palme
Una parte di terriccio universale, una parte di torba, una parte di sabbia. Devono essere messe in un vaso non troppo grande. Quando si rinvasano utilizzate vasi stretti e profondi in modo che le radici avventizie non siano troppo alte. Mettete la palma fermamente a dimora, comprimendo il terriccio intorno ai bordi.

Annaffiatura per le Palmae Palme
Le palme devono essere sempre bagnate, durante le corte giornate invernali diminuite la quantità d’acqua. Vaporizzate il fogliame tutti i giorni.

Concimazione per le Palmae Palme
Somministrate il fertilizzante una volta ogni due mesi da aprile a ottobre. Durante l’inverno la palma non deve essere concimata. Date un fertilizzante acido una volta ogni due somministrazioni del concime usuale.

Moltiplicazione per le Palmae Palme
La moltiplicazione si effettua per semina; occorre circa un anno per ottenere una vera e propria pianta.

Luce artificiale per le Palmae Palme
L’intensità della luce deve aggirarsi attorno ai 4300 lux.

Prime cure per le Palmae Palme:
• Cocciniglie, cocciniglie farinose, ragni rossi (vedi Parassiti).
• L’estremità della foglia o tutta la foglia diventa marrone e si secca, marciume, avvizzimento e scolorimento del fogliame: la causa è troppa acqua; la pianta deve essere tolta dal vaso (vedi Invasatura) e bisogna controllare le radici. Controllate anche il tipo di terriccio usato e se vi è abbastanza materiale di drenaggio sugli appositi fori. Se le radici sono bianche e sane, rimettete la pianta nel suo vaso o in uno nuovo usando del nuovo terriccio. Togliete tutte le foglie danneggiate, aumentate l’umidità e bagnate un po’ meno. Se le radici sono in parte scure, recidetele e rinvasate in terriccio nuovo. Se sono tutte scure e molli, la pianta è irrecuperabile.
• La palma ha un aspetto giallastro: non ha ricevuto abbastanza acqua oppure non ha abbastanza luce, irrigatela lentamente spargendo l’acqua sull’intera superficie del terriccio fin quando non fuoriesce dal foro di drenaggio. Non lasciate la pianta con il sottovaso pieno d’acqua per più di un’ora. La pianta deve avere il terriccio sempre umido, tranne in inverno, periodo durante il quale deve essere lasciato seccare un poco. Spostate la pianta più vicino alla fonte luminosa senza esporla alla luce del sole.
• Soltanto la punta delle foglie diventa marrone: è dovuto all’aria secca e alla mancanza d’acqua; anche se la pianta è rimasta asciutta una sola volta, appaiono queste macchie brune che non scompaiono più. La palma deve essere sempre tenuta umida, leggermente più secca in inverno. Vaporizzate il fogliame quotidianamente.
• Le punte delle foglie sono secche: è un danno causato dal fertilizzante, avviene di solito perché le piante vengono tenute in vasi di plastica, i migliori per le palme, ma nei quali si accumulano sali che non si riescono a vedere. Irrigate abbondantemente, due volte, in modo che i sali defluiscano. Concimate meno frequentemente o dimezzate la dose abituale; ponete la pianta in una zona in cui riceva più luce, ma non i raggi del sole direttamente.
• Le foglie cadono: può essere dovuto al costante passaggio nei pressi della pianta le cui foglie vengono quindi costantemente toccate, date alla pianta maggior spazio.
• Le radici sollevano la pianta al di sopra del livello del terriccio: le radici hanno bisogno di più spazio. È tipico delle palme; a ogni modo fin quando la pianta dà vita a due, tre foglie nuove all’anno belle come quelle precedenti, non cambiate il vaso.
• Ingiallimento delle foglie superiori o dei margini, foglie scolorite, crescita ritardata: carenza di ferro o magnesio, le palme hanno bisogno di terreno acido, utilizzate un fertilizzante acido, ogni due concimazioni.
• Foglie scure o macchie nere con centro secco e contorni stretti e scuri, le estremità delle foglie e/o i margini diventano bruni e si seccano: si tratta di antracnosi ed è causata da troppa umidità o da un improvviso abbassamento di temperatura, le foglie malate devono essere distrutte. Per curare questa malattia, lasciate la pianta abbastanza asciutta e non vaporizzate il fogliame fin quando la malattia non è sparita. La zona in cui si trova la palma deve essere ben ventilata ma senza correnti d’aria. Le foglie non malate devono essere vaporizzate con un fungicida fogliare.
• Macchie nere, brune o gialle con margini gialli: è la macchia fogliare dovuta a mancanza di circolazione d’aria, alta umidità, eccessive annaffiature, freddo, luce scarsa; tutte queste condizioni devono essere migliorate. Le zone infette devono essere rimosse e le foglie rimaste irrorate di fungicida. Lasciate che il terriccio si secchi prima di annaffiare nuovamente.
• La parte superiore avvizzisce, i nuovi getti si seccano, le foglie inferiori diventano gialle, i fusti diventano molli e scuri: questa malattia è detta marciume delle radici e impedisce l’assorbimento dell’acqua. Togliete la pianta dal vaso (vedi Invasatura). Eliminate il terriccio e lavate le radici con acqua tiepida; rinvasate in terriccio nuovo. Togliete il fogliame danneggiato e annaffiate la pianta quel tanto che basta a non farla appassire. Irrorate abbondantemente il terriccio con un fungicida. Una volta che la pianta ha ripreso a crescere normalmente ricominciate ad annaffiarla.

Una risposta a “Piante da appartamento: Palmae Palme”

  1. gaetano 1 says:

    ho una palma di6 anni,le radici uscivano fuori dal vaso,praticamente volevo levare il terreno da sotto il vaso per far scendere la palma,appena lo tirata fuori dal vaso mi sono accorto che erano tutte radici e come lo stupido le ho tagliate da sotto circa 10 cm le radici.l ho rimessa nel vaso ma qualcuno mi sa dire se vivrà.

Rispondi