Add Me!Close Menu Navigation
Add Me!Open Categories Menu

Come affilare un tosaerba

La rimozione delle lame di un tosaerba a cilindro

Le lame di un normale tosaerba a cilindro si possono affilare ruotandole all’indietro in modo che si vengano a trovare contro la lama fìssa inferiore. Se la lama fissa inferiore fosse consumata, non affilare le lame del cilindro prima di averla sostituita. Prima d’iniziare il lavoro, rimuovere le viti di un lato del telaio del tosaerba con un cacciavite. Quindi, appoggiare il tosaerba su un tavolato di legno in modo che le lame siano sollevate dal terreno e libere di muoversi. Se la macchina ha una cinghia di trasmissione e la presa è libera, si può lasciarla al suo posto. Girare il cilindro con una chiave a manovella oppure con una chiave fissata nel dado all’estremità dell’asse del cilindro. Se il tosaerba ha una trasmissione a catena, togliere la catena prima di girare le lame nello stesso modo. Se il tosaerba è a trasmissione a ingranaggi, rimuovere l’ingranaggio centrale dall’asse, in modo da impedire alla parte rotante di muoversi. Innestare una chiave sul dado alla fine dell’asse del cilindro e girare le lame con questo. Alcuni tosaerba con trasmissione a ingranaggi hanno, sull’ingranaggio del rullo, particolari fori filettati: inserirvi un bullone fissato con un dado e ruotare il cilindro usando come manovella il bullone che fuoriesce. Per ruotare il cilindro di un tosaerba con ruota laterale, è bene preparare un attrezzo improvvisato, praticando con un seghetto alcuni tagli a una estremità di una vecchia chiave fissa. Rimuovere indi il pignone fermaruota dall’asse portalama e inserire il nottolino nella fessura: a questo punto, le lame del cilindro possono ruotare.

Per affilare e ricollocare le lame

Prima di iniziare l’affilatura, aggiustare la distanza del cilindro portalame finché non va a toccare la lama fìssa (o controlama).

Allentare il dado di bloccaggio della vite di regolazione posta alle due estremità del cilindro.

Svitare leggermente le due viti di regolazione. Poi, avvitarle gradualmente finché le lame rotanti non toccano la lama fìssa. Quindi, stringere i dadi di bloccaggio. Spalmare su ciascuna lama pasta per affilatura a grana grossa. Affilare le lame facendole ruotare contro la lama fissa, regolando ogni tanto le lame onde assicurare il loro continuo contatto con la lama fissa. Quando le lame sono affilate, asportare la pasta residua anche dalla lama fissa.

Per avere un taglio dell’erba efficiente, le lame del cilindro e la lama fissa devono appena sfiorarsi: infatti, se sono troppo distanti, non potranno tagliare l’erba; se invece si toccano, il cilindro difficilmente potrà girare. Quindi, è meglio controllare il taglio facendo la prova con un foglio di carta: le lame dovrebbero tagliarlo in modo netto quando incontrano, per tutta la lunghezza, la lama fissa.

L’affilatura di un tosaerba a lama rotante

Per affilare la lama singola di un tosaerba a lama rotante, bisogna estrarla – dopo aver tolto i contatti – dal suo alloggiamento e fissarla in una morsa. L’affilatura dei due bordi taglienti deve essere effettuata con una lima. Bilanciare la lama inserendo nel foro centrale una matita. Se un lato è più pesante dell’altro, bisogna limarne un poco l’estremità, ma non la parte affilata: questa operazione è indispensabile, in quanto una lama non ben bilanciata gravita e può danneggiare il motore. Se le parti taglienti sono staccabili, non è necessario, a questo punto, affilarle, ma è sufficiente provvedere a sostituirl

Rispondi

Devi aver effettuato il log in per scrivere un commento.

Articoli precedenti: